Turazza Massimiliano Rodolfo

Commenti disabilitati

Medaglia d’oro al Valore Civile

Alla Memoria


AGENTE DELLA POLIZIA DI STATO
Data del conferimento: DPR 28/04/1995

Gazzetta ufficiale: N° 138 del 15.06.95
 


Motivazione:

“Libero dal servizio, accortosi di un individuo sospetto che occultava una borsa nei cespugli, lo affrontava impugnando l’arma in dotazione ma, raggiunto dai colpi esplosigli contro dal malvivente, perdeva la giovane vita. Splendido esempio di sprezzo del pericolo e alto senso del dovere, spinti sino all’estremo sacrificio. Fumane (VR), 19 ottobre 1994.”

 


Biografia


Venne assassinato la sera del 19 Ottobre a Fumane (VR). In servizio presso la Squadra Volante della Questura di Verona stava facendo rientro nella propri abitazione quando notò, malamente nascosta in mezzo ad alcuni cespugli una sacca contenente armi nascoste da alcuni banditi i quali si stavano preparando ad assaltare un furgone blindato. Prima che l’agente Turrazza riuscisse ad abbozzare una qualsiasi reazione i rapinatori nascosti nel parcheggio situato nei pressi dell’abitazione aprirono il fuoco, uccidendo il poliziotto con quattro colpi di pistola. Gli assassini vennero arrestati poco tempo dopo. Era una banda composta da criminali comuni ora ” collaboratori di giustizia” i quali avevano deciso di integrare lo stipendio concesso dallo Stato Italiano ai criminali ” pentiti” con il denaro provento di rapine. L’agente Turrazza era sposato da circa un anno. Il fratello minore dell’agente Massimiliano Turrazza, Davide, arruolatosi in Polizia alla sua morte, morì il 21 Febbraio 2005 insieme al collega Giuseppe Cimarrusti, in una sparatoria alla periferia di Verona con un investigatore privato.


Fonti:Corriere della Sera” del 2O ottobre 1994