Tufilli Carlo

Commenti disabilitati

Medaglia d’oro al Valore Civile

Alla Memoria


ISPETTORE CAPO R.E. DELLA POLIZIA DI STATO
Data del conferimento: DPR 17/01/1997

Gazzetta ufficiale: N° 57 del 10.03.1997
 


Motivazione:

“Libero dal servizio, con generoso slancio affrontava due uomini armati, che avevano appena compiuto una rapina a bordo di un treno, nel tentativo di impedirne la fuga. Ingaggiato, poi, un violento conflitto a fuoco con i malviventi, riusciva a colpire uno di essi, ma veniva a sua volta mortalmente ferito. Splendido esempio di alto senso del dovere e di elette virtù civiche, spinti sino all’estremo sacrificio. Roma, 22 giugno 1996.”

 


Biografia


Morì il 22 Giugno nel corso di una sparatoria con due rapinatori a bordo alla Stazione ferroviaria di Grotta Celoni, alla periferia di Roma. L’ispettore capo Tufilli, in forza al Commissariato romano di Porta Maggiore, al termine del servizio stava facendo rientro a casa a bordo del treno locale Roma-Pantano. Durante il viaggio il poliziotto si accorse che due uomini armati di pistola stavano compiendo una rapina ai passeggeri del vagone accanto al suo. Per non mettere in pericolo l’incolumità dei passeggeri, Tufilli decise di intervenire all’arrivo del treno nella stazione di Grotta Celoni. Qui il poliziotto scese per primo e, pistola in pugno, intimò ai due rapinatori di gettare le pistole. I due criminali risposero aprendo il fuoco. Nella breve ma violenta sparatoria Tufilli venne ferito mortalmente, ma prima di cadere riuscì ad abbattere uno dei rapinatori mentre il secondo fuggì nelle campagne circostanti la stazione. Il secondo assassino venne arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Roma il giorno dopo.


Fonti:Per la Foto Si Ringrazia il Sig. Nicola Felice