Prata Francesco

Commenti disabilitati

Medaglia d’oro al Valore Civile

Alla Memoria


ASSISTENTE DELLA POLIZIA DI STATO
Data del conferimento: DPR 17/05/1984

Gazzetta ufficiale: N°


Motivazione:

“Con alto senso di responsabilità e grande attaccamento al dovere non esitava, benché libero dal servizio, ad inseguire due malfattori armati che, perpetrata una rapina ai danni di un pubblico esercizio tentavano di dileguarsi. Raggiunti i malviventi, mentre con coraggio e decisione li affrontava immobilizzandone uno, veniva raggiunto da un colpo in pieno petto proditoriamente esplosogli dal complice e, benché mortalmente ferito, non desisteva dal generoso intervento riuscendo ad impedire la fuga del rapinatore atterrato. Fulgido esempio di sprezzo del pericolo e non comune ardimento spinti fino all’estremo sacrificio. Napoli, 9 luglio 1982.”

 


Biografia


Venne ucciso il 9 Luglio mentre cercava di arrestare due banditi che avevano appena rapinato un bar. Prata, in quel momento fuori servizio, notò i rapinatori fuggire dal locale e, estratta la pistola cercò di fermarli. Nel corso della successiva colluttazione uno dei banditi sparò, uccidendo l’appuntato Prata. I rapinatori in fuga vennero intercettati da altri agenti e nella successiva sparatoria uno di essi venne ferito e catturato, mentre un altro, datosi alla fuga venne arrestato poco dopo.
Filippo Raciti lasciò la moglie e due figli.


Fonti: Corriere della Sera.