Maggiore Vittorio

Commenti disabilitati

Medaglia d’oro al Valore Civile

Alla Memoria


MARESCIALLO DI PUBBLICA SICUREZZA
Data del conferimento: DPR 20/01/1973

Gazzetta ufficiale: N°189 del 10.7.1974


Motivazione:

“Comandante di una pattuglia in servizio di perlustrazione, scorto, in pieno centro, un pericoloso malvivente colpito da mandato di cattura, con pronta determinazione lo affrontava per arrestarlo. Malgrado il latitante, con improvvisa reazione, avesse aperto il fuoco, mettendo a repentaglio l’incolumità pubblica, non esitava, con eccezionale coraggio e sprezzo del pericolo, a lanciarglisi contro, nel generoso intento di immobilizzarlo e disarmarlo. Durante tale eroico tentativo, veniva ferito mortalmente, dando mirabile esempio di fulgido altruismo e di altissimo senso del dovere spinti fino all’estremo sacrificio. Bari, 19 gennaio 1973.”

 


Biografia


Fu ucciso in una sparatoria avvenuta il 19 Gennaio nel quartiere Poggiofranco a Bari.
Il maresciallo Maggiore, appartenete alla Squadra Mobile del capoluogo pugliese, insieme ad altri tre agenti stava attendendo l’uscita dall’abitazione dei genitori di un pregiudicato, latitante per un tentato omicidio
Quando l’uomo uscì dalla casa e salì su un’auto, una Fiat 500, gli agenti cercarono di arrestarlo, ma questi reagì aprendo il fuoco contro di loro. Per non colpire le sorelle, il maresciallo Maggiore si scagliò contro il ricercato cercando di disarmarlo, ma l’uomo reagì sparando un colpo di pistola al volto di Maggiore, uccidendolo sul colpo.
Nella sparatoria che ne seguì tra il latitante e gli agenti quest’ ultimo venne ferito gravemente ed arrestato. Le due sorelle rimasero ferite in modo più lieve.


Fonti: