Galluzzo Antonio

Commenti disabilitati

Medaglia d’oro al Valore Civile

Alla Memoria


AGENTE DELLA POLIZIA DI STATO
Data del conferimento: DPR 25/03/1996

Gazzetta ufficiale: N°112 del 15.5.1996


Motivazione:

“In servizio di vigilanza presso l’abitazione del capo della rappresentanza dell’O.L.P. in Italia, rispondeva prontamente alla violenta azione di fuoco di un commando terroristico ma, colpito in più parti del corpo, soccombeva nell’agguato. Generoso esempio di sprezzo del pericolo e di alto senso del dovere, spinti sino all’estremo sacrificio. Roma, 24 giugno 1982.”

 


Biografia


Venne ucciso il 24 Giugno in un agguato di terroristi dei NAR. L’agente Galluzzo, insieme ad un collega, era in servizio di vigilanza presso l’abitazione del rappresentante dell’OLP in Italia, in Via Val di Cogne a Roma, quando all’improvviso vennero investiti da decine di colpi d’arma da fuoco esplosi da sei terroristi dei NAR ( Nuclei Armati Rivoluzionari) giunti a bordo di un’auto e di una moto. L’agente Galluzzo rimase ucciso sul colpo mentre il collega fu gravemente ferito. L’organizzazione terroristica neofascista dei NAR si rese responsabile di decine di omicidi, tra i quali quelli di molti appartenenti alle Forze dell’Ordine e tra questi quelli dell’appuntato Franco Evangelista, dell’agente Maurizio Arnesano e degli agenti Giuseppe Sammarco e Franco Carretta.


Fonti: Corriere della Sera