Festeggiato il 45° anniversario della Sezione di Firenze

Festeggiato il 45° anniversario della Sezione di Firenze
Commenti disabilitati

Lunedì 10 febbraio 2014, sono stati festeggiati, nella sede storica della Caserma Faldini, i 45 anni di vita compiuti dalla Sezione di Firenze, costituita il 10 febbraio 1969 come Sezione ANGPS  per iniziativa del S.Ten della riserva Giulio Nicolella e diventata dall’83 Sezione ANPS con Intitolazione a Fausto Dionisi, medaglia d’oro al valor civile, ucciso in uno scontro a fuoco innanzi al Carcere delle Murate da esponenti di Prima Linea. Alle celebrazioni,  erano presenti accanto al Presidente Sergio Tinti e al Consiglio Direttivo il Questore Raffaele Micillo e tanti  Amici e sostenitori del Sodalizio che conta ad oggi circa 500 iscritti.  Il Presidente ha brevemente illustrato le attività svolte nel corso dell’anno ed ha sottolineato la valenza dell’Associazione come sentinella di legalità sul territorio e come riferimento aperto e solidale per la comunità; ha poi annunciato le diverse iniziative in corso, tra cui la creazione di un Gruppo di Protezione Civile. Al dr. Micillo, che  ha avuto parole di vivo apprezzamento per i risultati ottenuti  dalla Sezione e per gli obiettivi che si è data, è stata consegnata una targa ricordo.

Nell’occasione è stato inaugurato uno “spazio espositivo”realizzato all’interno della sede in cui , alle pareti e in apposite vetrinate, fanno bella mostra di sè  fotografie d’epoca, documenti e materiale di equipaggiamento che rappresentano un significativo spaccato della storia della polizia di stato fiorentina e nazionale, donati da alcuni Soci.

Il Presidente di Sezione

Gen. Sergio Tinti

02
Particolarmente significativo lo spazio espositivo inaugurato
dalla Sez. di Firenze all’interno della sede sociale.
Con esso
si dà stimolo al culto della memoria storica della Polizia cui
tutti i sodali dovrebbero dedicarsi per aggiungere piccole tessere
fatte delle loro foto, dei loro oggetti e dei loro ricordi di servizio.

Al Presidente Sergio Tinti un ringraziamento per la sua opera
frutto di silenziosa passione ed indubbia competenza storica.