Rivista di Polizia- Presentazione opera

Commenti disabilitati

Dobbiamo ringraziare ancora la sagace opera di raccolta e gelosa conservazione esercitata negli anni dal compianto Cav. Sergio Marchino, se la biblioteca della Sezione di Arezzo, può porre a disposizione dei propri associati, nella sua modesta dotazione, oltre ad una decina di annate di Polizia Moderna in uno con la recente raccolta completa in forma digitale di Fiamme d’Oro, anche l’edizione cartacea completa della Rivista di Polizia.
Si tratta della nota rivista a carattere specialistico ed informativo, con la quale il Capo della Polizia Luigi Ferrari, ha favorito il ripristino della pubblicistica di polizia ormai interrotta dal 1939 con la pubblicazione degli ultimi numeri del “Magistrato dell’Ordine” di Emilio Saracini.

rivista_di_polizia_featured_imagine

Fondata da Ugo Pioletti, magistrato della Procura Generale della Repubblica presso la Cassazione, conosciuto ed apprezzato dal Capo della Polizia col quale aveva condiviso un periodo della carriera giudiziaria, la Rivista di Polizia viene autorizzata il 20.01.1948 al nr. 182/A.738 ed iscritta al nr. 92 del registro della stampa presso il Tribunale di Roma e pubblica il suo primo numero in data 21 febbraio 1948.
Per la rassegna dei contenuti ci affidiamo esclusivamente alla penna ed alle idee del fondatore e direttore Ugo Pioletti di cui si pubblicano le due pagine introduttive scritte in apertura del primo numero del febbraio 1948, ove vengono, con brillante sintesi, indicati i destinatari, le rubriche, le tematiche nonché le finalità dell’opera. Tutti obbiettivi che gli autori, nel corso degli anni, hanno pervicacemente seguito e spesso raggiunto. Ma ciò che desta maggior interesse nella rivista è la qualificata descrizione dell’evoluzione storica delle materie giuridiche e tecniche che interessano l’esercizio della funzione di polizia. Un itinerario culturale che investe la sistematica giuridica nel suo trapasso da una normativa littoria a quella democratica legata all’applicazione dei principi Costituzionali, lo sviluppo dell’applicazione progressiva delle scienze alle indagini di polizia, le nuove prospettive di intervento verso la cura della criminalità minorile, le più adeguate tecniche di intervento in materia di sicurezza e di ordine pubblico.
Non potendo digitalizzare la rivista per la notevole mole di pagine e l’impegno che imporrebbe, ci limiteremo nella gestione del presente spazio editoriale a pubblicare nostri articoli riassuntivi delle varie tematiche trattate e magari presentare, nel rispetto dei limiti imposti dalla legge sul diritto d’autore,qualche singolo articolo di particolare significato e valenza storica.

presentazione_rivista_di_polizia


Per opportuna conoscenza dei lettori si dà notizia che la Rivista di Polizia è attualmente
pubblicata dalla “Aracne editrice int.le Srl” Via Quarto Negroni 15- Ariccia (RM)-
Sito internet www.aracneeditrice.it