Perequazione. Adesione Ricorso alla CEDU entro 30.4.2018

Commenti disabilitati


5 Marzo 2018

Ricorsi presso la CEDU Perequazione

I ricorrenti tutelati dal nostro Studio legale davanti alla Corte dei Conti o alla Magistratura del Lavoro, ci hanno sollecitato ad interporre ricorso innanzi alla CEDU per agire contro lo Stato Italiano ai fini risarcitori.
 
Si tratta di agire singolarmente innanzi alla Corte Europea per cercare di ottenere una sentenza di condanna alla restituzione di quanto non corrisposto per perequazione pensionistica a seguito dell’applicazione della Legge Poletti in esecuzione della Sent. 70/2015 della Corte Costituzionale e della successiva dichiarazione di costituzionalità dell’operato del legislatore pronunziata con sentenza 250/2017 pubblicata il 1.12.2017.
Nella informativa che potrete scaricare, vengono spiegate le ragioni del ricorso, viene presentata una Tabella delle somme che verranno richieste in sede di giudizio innanzi alla Corte Europea, nonché i costi e le indicazioni per aderire al ricorso,in modo tale da avere chiare le ragioni per cui si agisce e gli eventuali risultati che si potrebbero ottenere in ipotesi di accoglimento delle nostre richieste.
 
Si pregano le persone, già ricorrenti con il nostro studio, che intendessero aderire all’iniziativa, di essere particolarmente scrupolosi nel seguire puntualmente le istruzioni (Perché la Corte EDU è particolarmente severa riguardo alle formalità e dichiara con facilità i ricorsi irricevibili per carenze o vizi di forma) e di essere particolarmente tempestivi rispettando il termine massimo di adesione e di spedizione dei documenti e del fondo spese necessari entro e non oltre il prossimo 30 aprile 2018.
Per ogni eventuale esigenza di ulteriori chiarimenti chiamare l’Avv.to Guido Chessa all’utenza telefonica 0575/27351.

Avvocato Guido Chessa

Documenti da scaricare per Ricorso Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

INFORMATIVA RICORSO   INCARICO


Documenti da scaricare
per Ricorso presso la
Corte Europea
dei Diritti dell’Uomo

INFORMATIVA RICORSO   INCARICO
 

Per Informazioni e Ricorsi

Contattare Avvocato
Guido Chessa
Viale Michelangelo, 26 52100 Arezzo
Telefono: 0575 27 351
Cellulare: 339 795 1657
(Avvocato Guido Chessa)
Fax: 0575 35 49 91
E-mail: avvguidochessa@gmail.com
chessapensionimilitari@gmail.com