Introduzione a Fiamme D’oro

Commenti disabilitati

slider

Destiniamo questo spazio editoriale, alla pubblicazione di alcuni numeri della rivista Fiamme d’Oro, per fissare solo alcuni dei momenti storicamente rilevanti del Sodalizio. In particolare abbiamo scelto il primo numero del Luglio 1974 quale numero di fondazione della rivista; il numero del gennaio 1981 celebrativo del decennale della fondazione dell’ANGPS ; i numeri di Sett-Ott e di Nov.-Dic. 1981 celebrativi del primo ed unico Raduno Nazionale delle Bandiere all’Altare della Patria e con articoli sulla recente riforma di polizia; il numero di Sett-Ott.1989 celebrativo del primo Raduno Nazionale ANPS e della inaugurazione nella Chiesa di Faedis del mosaico al Patrono S.Michele Arcangelo; il numero di Lu-Ago-Sett. 2005 sul III° raduno nazionale “bagnato” di Cesena; il numero di Apr-Mag-Giu 2006 celebrativo del conferimento all’ANPS della Medaglia D’Argento al Merito Civile; ed infine il numero di Ott-Nov-Dic.2012 sulla costituzione della sede di New York-New Jersey e la prima partecipazione dell’ANPS al Columbus Day.
La pubblicazione,quindi, rappresenta solo un piccolo frammento del vissuto associativo che vuole testimoniare come la Sezione di Arezzo o alcuni dei suoi rappresentanti, siano stati sempre presenti e partecipi nei momenti rilevanti per il Sodalizio.
Ma fatto ben più importante, è rendere noto ai propri associati che la Sezione di Arezzo, unitamente a quella di Roma, ha portato a termine l’attività di digitalizzazione della raccolta completa di “Fiamme d’Oro”. Impegno approvato e sostenuto anche economicamente dal Consiglio Nazionale e che apre ormai le porte alla prossima costituzione sul sito nazionale www.anpsitalia.it dell’emeroteca telematica dell’ANPS.
Questo lavoro certosino, costituirà la base di partenza per quelle iniziative ancora in itinere, coltivate dalla nostra Sezione e rappresentate, da una parte dalla ricostruzione storica del Medagliere della Polizia di Stato e dalla rivisitazione della Storia dell’ANPS, e dall’altra dall’ipotesi di creazione on-line di una emeroteca pubblicistica della Polizia, ancora allo stadio di mera idea progettuale e la cui realizzazione è tutta da verificare.
Il tutto, con il fine dichiarato di connotare e rendere più autenticamente significativo e presente il ruolo svolto dal Sodalizio rispetto alla Polizia di Stato, alla società civile ed al mondo della ricerca storiografica.
Si tratta del primo passo di un lungo e problematico cammino volto a recuperare il tempo perduto, ad emendarci da errori, incertezze ed indisponibilità, a spogliarci da ogni provincialismo autoreferenziale, per aprirci e mostrare, anche attraverso le cronache di un quarantennio, l’autentico volto assunto dall’ANPS nel tempo. E ciò con tutti i limiti, le carenze ed i difetti del caso, ma anche con le sue solide tematiche etico-valoriali ed il suo radicato senso di appartenenza.

La creazione dell’emeroteca dell’ANPS, pertanto, non assolverà esclusivamente ad un compito di natura divulgativa ed informativa, ma avrà la funzione di stimolare , attraverso il potenziale utilizzo dinamico dei numerosi dati di cronaca, la riproposizione delle vicende, dell’operato e delle scelte dell’Associazione per un recupero a tutto tondo di parte della sua memoria storica.

“Fiamme d’Oro”, infatti, oltre a tracciare le linee di politica associativa seguite nel tempo dai suoi vertici, è stato ed è, con i molti articoli e soprattutto con la sua rubrica “Vita delle Sezioni”, un grande diario che raccoglie le iniziative più rilevanti intraprese dalle Sezioni. Dalle date di fondazione ai vari consigli e presidenti, dall’inaugurazione di monumenti, cippi, targhe, insegne all’intitolazione di strade, piazze, giardini e scuole , dalla celebrazione di tragici episodi alla commemorazione dei caduti, dall’assegnazione delle ricompense al merito o al valore civile o militare alle presenze attive nelle scuole, nella protezione civile e nel volontariato, nonché nella convegnistica sulle tematiche sociali più rilevanti

E’ questo, nella mente degli ideatori e promotori dell’iniziativa, il materiale vivo offerto quale contributo da utilizzare, unitamente a quanto conservato negli archivi sezionali, per una rivisitazione storica del vissuto dalla sezione. Per contestualizzarla alla storia delle questure, per approfondire biograficamente e meglio celebrare le figure dei suoi caduti, per alimentare il ricordo del tributo dell’Istituzione nel patrimonio monumentale o toponomastico cittadino, per fare della Sezione ANPS un cuore vivo e pulsante della tradizione storica locale. Un reale punto di riferimento culturale ed ideale di cui si nutrono le radici operative territoriali della Polizia.

Così, la costituenda emeroteca on line dell’ANPS diviene da una parte un palese invito ai Presidenti di Sezione per un impegno diretto e dall’altra una ineludibile sollecitazione a riscoprire e valorizzare il patrimonio di ricercatori, studiosi ed appassionati collezionisti presenti nel Sodalizio.
Attraverso il recupero di questi associati, troppo spesso lasciati a se stessi ed alla cura isolata dei loro studi, sarà possibile canalizzare interessi e ricerche all’interno della Sezione.

In pratica, disciplinando l’anarcoide attivismo che ci ha caratterizzato, si comincerebbero a muovere i primi passi consapevoli e determinati verso la creazione di aggregazioni di soci capaci di dare corpo alla formazione di una organica, dinamica e partecipata cultura della nostra tradizione.
Un programma culturale questo, che ci investe tutti per il prossimo futuro. Un programma che si affida alla qualificata iniziativa dei Presidenti di Sezione per meglio adempiere alla loro insostituibile opera di messaggeri dell’istituzione.

Avv. Guido Chessa

Pres. Sezione e Cons. Naz.