Il Periodo Bellico


1°) “La Polizia nella difesa di Roma” 8.9 e 10 settembre 1943 di Anna Baldinotti

2°) “Il Diverso silenzio” di Maurizio Giglio di Anna Baldinotti

3°) “Poliziotti alla guerra. Il Battaglione Motociclisti” di Cannizzaro-Gheni

4°) “Resistenza: La scelta della Polizia” di Annibale Paloscia


Introduzione

In questa prima sezione, vengono pubblicati quattro articoli che descrivono le gesta o le scelte fatte dalla Polizia e dai suoi uomini nel periodo bellico.
Si tratta di elaborati comparsi sulla rivista Polizia Moderna nei numeri di 8-9/1984; 7/1985 e 8-9/1985 e da ultimo 2-3/1986, a firma di giornalisti impegnati nel settore storico, vicini all’Istituzione ma non dipendenti dalla stessa. Status, questo ultimo, che pur nella specificità e limitatezza della narrazione giornalistica, ha garantito una certa neutralità nella trattazione delle varie figure o degli episodi, mantenendone fresca nel tempo la valenza ed il portato didattico legato alla pragmatica descrizione dei fatti e delle vicende.

Ringraziamo per il loro competente ed appassionato lavoro, la Dr.ssa Anna Baldinotti (1), rigorosa studiosa e ricercatrice, collaboratrice del Museo Storico della Resistenza in Roma, cui và il merito di aver ricostruito e permesso per la prima volta la pubblicazione dell’opera svolta dalla PAI nella difesa di Roma dall’occupazione tedesca nei giorni 8-9 e 10 Settembre 1943, e di soffermarsi sull’emblematica figura di Maurizio Giglio, fucilato dopo inenarrabili torture il 24.03.1944 alle Fosse Ardeatine, assieme all’altro poliziotto Pietro Lungaro.
Il Dr. Annibale Paloscia, giornalista e scrittore che tanto ha scritto in materia di Polizia (2) , al quale è dovuta una prima analisi sulla Resistenza della Polizia dopo l’armistizio di Cassibile , che restituisce all’Istituzione un’immagine operativa in gran parte sconosciuta al grande pubblico. A questo professionista, come vedremo nella sezione seguente, è ascrivibile il merito di esser stato convinto assertore e promotore di una cultura storica della evoluzione della Polizia, ritenuta necessaria a dare spessore e salda continuità alla sua tradizione secolare in quegli anni ancora del tutto sommersa.
Cannizzaro e Gheni, appassionati cultori di storia militare, che han firmato a due mani l’articolo sulla ricostruzione della costituzione, dell’impiego e delle gesta del Battaglione motociclisti della Polizia, come corpo di Polizia impegnato direttamente in operazioni belliche ove ha meritato la Medaglia di Bronzo al Valor Militare.
Si tratta di alcune pagine della Storia della Polizia che fuori da ogni retorica apologetica hanno permesso di offrire, in quegli anni 70-80, dominati da una visione politica fortemente ideologicizata ed antidemocratica dell’Istituzione , una diversa e più realistica immagine della Polizia e dell’autentico e profondo legame dei suoi uomini ai valori di fedeltà, di dovere e di protezione verso la popolazione civile.

Avv. Guido Chessa

Consigliere Nazionale ANPS

Note:


1°) La Dr,.ssa Anna Baldinotti, studiosa, ricercatrice e collaboratrice del Museo della Resistenza in Roma, sorella del Caporalmaggiore Bruno Baldinotti morto nella difesa di Porta San Paolo a Roma il 10.9.1943 e MAVM, è l’autore di “La difesa di Roma nel settembre del 1943. I nomi ed i luoghi della Memoria” (Comune Roma 1997) e di numerose altre opere ed articoli sulla Resistenza Romana.
2°) Annibale Paloscia, fra le numerose pubblicazioni annovera oltre alla “Storia della Polizia” ed ai “Segreti del Viminale”, il saggio “Al Tempo di Tambroni”, “Viaggio Nella Polizia di Stato” e “ 113.La storia di un numero che ha garantito a tutti il diritto al soccorso pubblico scritti con Sgalla, “I Capi della Polizia” scritto con Salticchioli

Leave A Reply

You must be logged in to post a comment.