Il nuovo sito di ANPS Arezzo

Il nuovo sito di ANPS Arezzo
Commenti disabilitati
15 Settembre 2013

 

Le ragioni di una scelta

Rinnovare il sito Anps-Arezzo ha il sapore dell’ennesima sfida, di una scelta di rigenerazione che tutti abbiamo sentito come necessaria ed imprescindibile.

I nostri grandi vecchi, quelli con la fronte alta ed il cuore grande, irriducibili nell’impegno convinto e nell’altruismo , capaci di testimoniare i valori dell’essere con l’agire quotidiano, ora non ci sono più . Piano piano , uno alla volta, nella subdola solitudine del trapasso, li ha portati via il destino degli uomini.
E ci hanno lasciato un gran vuoto. Con la perdita del Cav. Sergio Marchino, l’ultimo dei grandi vecchi, forse il più grande, è stato consegnato al nuovo Consiglio il testimone e l’onere di proseguire il loro impegno ricco di operosa idealità.

Interiorizzato l’ultimo dolore, sulla memoria di questo autentico patrimonio valoriale è maturata la spinta per proseguire ed andare oltre. Ne sono emerse, così, le linee programmatiche di questo nuovo sito che vorremmo capace di perseguire due obbiettivi ambiziosi.

Da una parte rinnovare e sviluppare l’entusiasmo attorno al sodalizio sezionale accrescendone adesioni e partecipazione, soprattutto nel mondo del personale in servizio.

Ufficio di Presidenza ed i collaboratori del Sito

Ufficio di Presidenza ed i collaboratori del Sito

Dall’altra di continuare ad essere elemento propulsivo verso l’Associazione tutta, ripercorrendone la sua storia, cercando di dare corpo reale ai contenuti della sua tradizione ed al culto dei suoi caduti, costituendo una vetrina per il volontariato e la protezione civile, un punto di riferimento per le problematiche assistenziali e previdenziali. In poche parole, un centro telematico vivo e di facile frequentazione, punto di incontro e dibattito fra tutti gli associati ed i responsabili delle sezioni, un luogo dove ritrovare le proprie radici e discutere sul proprio avvenire e sulla presenza operativa dell’ANPS nella società civile.

Certo si tratta di un progetto molto impegnativo ed ambizioso che vuole esaltare, raccogliere e confrontarsi con le forze vive del sodalizio. Non sappiamo in che misura riuscirà e quanto sarà coinvolgente in un ambiente per tendenza prudenziale verso il nuovo.
Ma ciò che importa è l’empatia con i nostri vecchi, perché loro di lassù, con la tenerezza dei saggi, ci approvano e ci incoraggiano. A noi tutti l’onere di mantenere alto l’impegno per non deluderli e soprattutto per provarci.

 

Il Consiglio Direttivo Sezionale