BILANCIO e Prossime Pubblicazioni

Commenti disabilitati

Il Bilancio dell’ultimo Anno

(Aggiornato al 10.12.2016)

Al 10 Dicembre 2016, il Sito ha ricevuto nr° 86.739 visite con nr° 115.858 pagine viste.
A tre anni dalla sua fondazione abbiamo registrato le seguenti progressioni :-
Visite :-nell’anno 2014 nr. 4.132; nell’anno 2015 nr. 14.031; nell’anno 2016 nr.72.708 , per raggiungere il totale triennale di nr. 86.739 ;
Pagine Consultate:- nell’anno 2014 nr. 12.606; nell’anno 2015 nr. 28.072; nell’anno 2016 nr. 87.786, per raggiungere il totale triennale di nr. 115.858:-
L’indicatore Shiny Stat Rank ha attribuito al Sito il valore di 19,50 con 2 stelle che lo ha portato negli ultimi tre mesi ad essere costantemente presente nella prima pagina che raccoglie i primi 15 siti più frequentati nella categoria “Politica, Istituzioni ed altro”.
Il significativo successo di visite e frequentazioni è dovuto soprattutto alla “Sezione Pensionistica e Previdenziale” ed alla trattazione delle tematiche dedicate alla perequazione delle pensioni, al blocco Fornero ed alla costituzionalità o meno della Legge Poletti . L’argomento infatti, posto ai primi posti dei motori di ricerca, ha favorito non solo l’accesso di numerosi soci ANPS ma anche del mondo pensionistico in genere, sia pubblico che privato, interessato alla tutela dei propri diritti sia in via amministrativa che giudiziaria.
Detta Sezione del Sito, per la sua notevole funzione di trascinamento, verrà ulteriormente curata, aggiornata ed approfondita in modo da costituire un punto di riferimento costante per l’indirizzo e l’informazione dei soci ANPS e di tutti gli altri visitatori.
L’impegno operativo, inoltre, verrà implementato nel corso del 2017 , non solo dalle informative sull’evoluzione delle vicende giudiziarie riguardanti la perequazione, ma anche dall’apertura di una nuova e troppo trascurata tematica riguardante la ” Decadenza triennale del diritto alla correzione degli errori pensionistici” di cui la base sociale dell’ANPS ma anche tutti i Poliziotti prossimi alla pensione dovranno essere informati per l’assunzione delle cautele del caso. Ormai tutto il settore pensionistico e quello previdenziale è diventato un “settore caldo” che non può più essere trascurato dal sodalizio.
La registrazione di questi lusinghieri successi, comunque, non ci ha fatto perdere di vista la funzione che il Sito deve rivestire ed adempiere nei confronti degli associati sezionali , né, tanto meno, quella funzione di strumento per la propalazione della tradizione storica e valoriale, sia territoriale che nazionale, che si prefigge di realizzare ripercorrendo la storia della Sezione e quella dell’Associazione Nazionale, le iniziative di studio sul Medagliere della Polizia di Stato e quelle sul Sacrario.
Siamo innanzi ad una serie di tematiche ed iniziative che richiedono l’ampliamento ulteriore della squadra di lavoro che di fatto è già divenuta timidamente operativa con la riedizione del Giornalino Notiziario annuale “Durare Pungendo”, con l’Organizzazione della ” Befana della Polizia”, con la pubblicizzazione delle “Convenzioni per gli associati” e che promette una maggiore continuità di presenza delle varie iniziative destinate prevalentemente agli associati locali.
Armonizzare gli interessi e le iniziative sezionali attraverso informative ricorrenti, con le esigenze culturali e storiche della tradizione della Polizia ed ancora con le esigenze in materia pensionistica, è la vera ed ambiziosa sfida che si ripropone per il prossimo anno.

L’Amministrazione


Iniziative ed attività in corso d’opera

Non potendo garantire una cadenza costante alle pubblicazioni sulle tematiche e le ricerche storiche, si è deciso di destinare questa pagina del sito, oltre che al bilancio annuale delle attività svolte ed al suo aggiornamento periodico, alle varie iniziative ed alle ricerche che sono attualmente in itinere. Lo scopo è quello di realizzare una ” pagina dinamica ed aggiornata di annunci e programmi ” per sollecitare non solo una aspettativa nel visitatore interessato, ma in particolare, per offrire uno spaccato delle finalità progettuali e di ciò che matura via via dietro alle quinte e che poi verrà inserito in rete nella sua veste definitiva.
Un modo per prefigurare uno sviluppo organico a cui è legata la trattazione dei contenuti delle varie Sezioni del sito e per preannunziare la stesura di articoli su tematiche di particolare interesse. Insomma, come avviene al “cinematografo”, una sorta di “prossimamente” di quelli che saranno i risultati dell’opera e dell’impegno del nostro ridottissimo staff, a cui và il più partecipato augurio di buon lavoro da parte dell’amministrazione del Sito. A chi elabora gli scritti, a chi si dedica alla faticosa ricerca, a chi scannerizza e cura la telematica, l’auspicio sincero che il loro appassionato e sinergico impegno venga gratificato dalle prossime pubblicazioni e soprattutto dalle Vostre visite.


Le iniziative attualmente in corso aggiornate al 10.12.2016 sono:


A) Nella “Sezione Arezzo e Sezioni Toscane”

Nel corso del 2016 tutte le tematiche riguardanti le Sezioni ANPS di Arezzo e quelle Toscane, attraverso la ristrutturazione del sito, sono state accorpate in un’unica Sezione telematica che le raccoglie tutte. La presentazione delle Sezioni Toscane, è stata riproposta completata dei caduti appartenenti al territorio, di quelli presenti nel Sacrario e dei medagliati. In pratica una radiografia più accurata e particolareggiata dei contenuti valoriali coltivati dalle varie Sezioni in ambito toscano e che di fatto si propone quale riferimento per una strutturazione organica e completa del sito nazionale ancora incompleto sotto tale profilo. Dopo la pubblicazione sul Fondatore della sezione di Arezzo Carmelo Fruganti, l’attività di ricostruzione storica delle vicende sezionali e sui personaggi che l’hanno vissuta e caratterizzata è rimasta ferma nel corso dell’anno. All’impegno di un paio di associati è quindi affidata la ripresa del settore che dovrà ricevere rinnovato impulso per il 2017 oltre alla già preannunziata trattazione dei primi tre lustri di vita della Sezione con la redazione dell’articolo “La Presidenza Fruganti 1972-1985″ che ripercorrerà il suo operato e lo sviluppo iniziale del Sodalizio locale.

B) Nella Sezione “Riviste e Pubblicazioni”

Dopo aver concluso nel 2015 la pubblicazione della raccolta di tutti i numeri di Polizia Moderna dalla fondazione 1949 sino al 1957, è stata rinviata necessariamente al 2017 la scannerizzazione e la pubblicazione delle annate 1981-1982 e 1983 della Rivista con le quali si intende concludere il ciclo riguardante i primi anni della riforma e postriforma. Comunque l’anno appena trascorso, ha permesso di implementare la Sezione con la pubblicazione di tre lavori di assoluto rilievo. I primi due, “La Storia della Polizia Italiana” ed il “Il Secondo Reparto Celere di Padova“, che consolidano i legami della sezione aretina con il gruppo Polizianellastoria.it ed in particolare con l’autore Giammarco Calore. Un terzo, frutto della collaborazione con gli appartenenti alla Polizia Scientifica aretina, intitolato ” Il Primo Formulario per il Segnalamento” vero spaccato storico sugli albori della polizia scientifica con la pubblicazione per la prima volta in assoluto dei primi due formulari integrali per il segnalamento editi nel 1905 e nel 1919 . In attesa che il Dipartimento si decida a favorire la costituzione di una emeroteca di tutte le pubblicazioni storiche della Polizia, in particolare i già digitalizzati Manuale del funzionario di polizia e della rivista il Magistrato dell’Ordine, non ci rimane, per l’anno a venire, che pubblicare le tre annate 1981-1982 e 1983 di Polizia Moderna ed affidarci ad altri argomenti monografici significativi per originalità e qualità scientifica.

C) Nella Sezione “ Storia dell’ANGPS-ANPS

Data una prima omogeneità alla pubblicazione del lavoro raccogliendo nei primi due paragrafi la ricostruzione completa della fase costitutiva e di impostazione giuridico-operativa del Sodalizio, si è imposta una lunga sosta per concludere gli studi preparatori sulle Gazzette Ufficiali e sui Bollettini presenti negli archivi degli Uffici Storici militari. Si prevede, quindi, di riprendere, solo nel corso del 2017, la trattazione della Storia dell’Associazione dalla fondazione ai nostri giorni suddivisa in vari periodi contestualizzati alle vicende politico-sociali del momento.

D) Nella Sezione “Il Medagliere della Polizia di Stato”

Si spera di licenziare entro il marzo 2017 il più volte preannunziato elaborato intitolato Onore ai Caduti della Polizia. Il Sacrario e la sua storia.” . Con tale pubblicazione si verrà a completare tutta la fase narrativa ipotizzata come propedeutica e strettamente connessa all’opera completa del Medagliere della Polizia di Stato, e ciò anche in considerazione della pubblicazione della pagina “Conoscere il Medagliere” dove sono stati raccolti nel corso del 2016 nr. 4 articoli di approccio al “Sacro Drappo”.
Riguardo agli studi ed alle ricerche sul Medagliere della Polizia di Stato,
è stato necessario interrompere ancora le attività programmate di ricerca sulle GG.UU. per ridiscutere e reimpostare gli indirizzi del complesso lavoro che, nonostante svariati Files selezionati provenienti dall’Ufficio Storico, viene notevolmente appesantito per l’inevitabile estensione al Database del Nastro Azzurro ove è presente la digitalizzazione dei Bollettini del Ministero della Guerra e di quelli presenti negli archivi degli Uffici Storici militari.
Si è così arrivati, in un nuovo approccio al Medagliere, alla conclusione di suddividere le attività di ricerca ed elaborazione secondo due distinte linee operative che tendano alla realizzazione di due opere distinte.

1°) Il Medagliere Antologico, destinato a raccogliere tutti i dati legali ed il materiale biografico dei poliziotti insigniti dell’OMDI e delle Medaglie d’oro ( al Valor militare, Civile e Merito Civile) dovrà essere definitivamente completato nel corso del 2017. Per questo lavoro, in gran parte già presente in rete, è ancora necessario riprendere la ricerca di circa 60 Gazzette Ufficiali e quindi procedere alla implementazione dei dati biografici per il momento in gran parte acquisiti dal sito www.cadutidellapolizia.it e pubblicati in rete;

2°) Il Medagliere Storico, invece, destinato a raccogliere, distinti per Corpo di appartenenza (dal Corpo Guardie di PS del 1852 sino alla Polizia di Stato), tutti i dati legali di tutte le varie categorie di riconoscimenti, sia istituzionali che individuali, assegnati alla Polizia ed ai suoi uomini. L’inizio di tale attività, legata alla visura e consultazione della Gazzetta Piemontese dal 1852 sino al 31.12.1859 e delle Gazzette Ufficiali dal 4.01.1860 (Data di pubblicazione della prima G.U. del Regno) ai giorni nostri nonché alla visurazione dei citati archivi telematici del Nastro Azzurro, ha comportato la preventiva analisi e lo studio storico dell’impostazione delle gazzette e del sistema di pubblicazione via via applicato negli anni, la diversa qualificazione dei riconoscimenti e della loro entrata in vigore, lo studio dei sistemi di restrizione telematica delle ricerche, e la comparazione di una serie di dati legati ai Vari Corpi di Polizia, ai ruoli ed alle qualifiche rivestiti dagli uomini destinatari delle ricompense, il tutto per determinare i precisi riferimenti della ricerca. Definita tale fase, anche al fine di verificare la validità dell’impostazione, abbiamo nel 2016 dato corso alle ricerche sulle Guardie di Città (1890-1919) per le quali non siamo, allo stato, in grado di indicare il periodo di relativo completamento di questa prima frazione dell’opera.

E) Articoli su tematiche di rilievo

A) La Realizzazione, sulla scorta degli studi fatti dalla Sezione aretina , del Nuovo Medagliere della Polizia , permetterà presto di licenziare definitivamente l’elaborato “ Il Medagliere per le Sezioni”, per il quale si prevede nei primi mesi del 2017 una più ampia ed aggiornata redazione.

B)La difficolta di rinvenire gli elenchi dei beneficiati della Medaglia di Benemerenza per il terremoto di Avezzano, ci porterà nel corso del 2017 a pubblicare un Articolo sul terremoto di Messina con gli elenchi di tutti i beneficiari delle relative medaglie.

L’Amministrazione